STAR BENE CON GUSTO - Fondazione Università Magna Graecia

archivio notizie - Fondazione Università Magna Graecia

STAR BENE CON GUSTO

 
STAR BENE CON GUSTO

Articolo a cura della redazione del Liceo Classico “Pasquale Galluppi”

 

Cioccolato: antistress, anticoagulante, antinfiammatorio. Il cioccolato e i suoi benefici.

 

“Cioccolato! Ecco una parola che evoca delle estasi indescrivibili. C’è un uomo, una donna o un bambino che non lo abbia desiderato, divorato, e che l’istante dopo non abbia sognato di divorarne ancora?” E. Gonzales.

 Recenti studi dimostrano che assumere una dose giornaliera di cioccolato fondente  pari circa a 20/30g, abbia effetti benefici sull’organismo. Innanzitutto esso contiene il triptofano, un amminoacido precursore della sintesi della serotonina (un neurotrasmettitore che agisce sull’umore): dunque è proprio vero che mangiare cioccolato migliori le giornate! Inoltre ne sono stati studiati gli effetti positivi esercitati sul sistema cardiovascolare. Abbiamo intervistato il Dottor Palaia, specialista in scienze dell’alimentazione, per capire da cosa derivino tali benefici: “Come testimoniano gli studi condotti dal professor Higginbotham all’Università dell’Alabama, essi sono da attribuire alle epicatechine, dei particolari flavonoidi (composti naturali ad azione antiossidante e con effetto protettivo sulle malattie cardiovascolari). Ma sicuramente è possibile trovarne una maggiore presenza nel cioccolato fondente, mentre in quello al latte la percentuale è nettamente inferiore”.Tali studi non sono ovviamente un invito ad incrementare smisuratamente il consumo di cioccolato di qualsiasi genere poiché, come sostiene Monica Giroli, biologa nutrizionista del Centro Cardiologico Monzino di Milano, “La preparazione del prodotto incide sulla quantità di flavonoidi e antiossidanti.”. Bisogna dunque come in ogni cosa avere moderazione, senza lasciarsi conquistare dalle tentazioni del palato. Inoltre i pareri degli esperti sono discordi in quanto il numero di studi a lungo termine al riguardo è ancora basso. Ma una cosa è certa e a dimostrarlo sono le statistiche pubblicate sugli Archives of International Medicine: in un campione di 470 uomini di età compresa tra i 65 e gli 84 anni e tenuti sotto osservazione per 15 anni, quelli che consumavano un certo quantitativo di cacao avevano un tasso di mortalità inferiore e valori più bassi di pressione arteriosa. Non si promettono dunque effetti miracolosi dovuti al cioccolato, ma ci si può forse sentire meno in colpa concedendosi un piccolo momento di dolcezza giornaliero, sperando che ciò contribuisca non solo a migliorare l’umore, ma che abbia anche effetti positivi e a lungo termine sulla nostra vita!

 


Pubblicato il 
Aggiornato il 
Risultato (400 valutazioni)