IL CIBO CHE INGANNA! - Fondazione Università Magna Graecia

archivio notizie - Fondazione Università Magna Graecia

IL CIBO CHE INGANNA!

 
IL CIBO CHE INGANNA!

Articolo a cura della redazione del I.P.S.S.E.O.A. Soverato

 

Oggigiorno, non fatevi illudere da ciò che gli occhi vedono. A volte, il cibo potrebbe ingannarvi! In passato, il rapporto che le persone avevano con il cibo, era diverso da quello attuale. Le famiglie, infatti, approfittavano dei pasti principali della giornata, per riunirsi e colloquiare tra loro, consumando prodotti naturali e genuini di produzione propria.

Al giorno d’oggi, a causa di uno stile di vita frenetico, l’alimentazione sana e genuina è stata sostituita da snack veloci e fast food, in cui primeggiano cibi già pronti commercializzati dalle industrie del settore.

Per lo stesso motivo, principalmente in Europa, i pasti non sono più considerati come punto di ritrovo tra più persone, a causa della mancanza di tempo e degli impegni. Nella società odierna, con la nascita di nuove tecnologie associate alla scienza, il modo di produrre gli alimenti sta mutando radicalmente, in modo negativo. L’importazione e l’esportazione, molte volte, causano la disconoscenza di quello che consumiamo nelle nostre case quotidianamente; i molti scandali che si stanno diffondendo ne sono la prova. Infatti, nelle industrie, i produttori mirano alla massimizzazione del profitto, acquistando materie prime di scarsa qualità e, aggiungendo conservanti, coloranti e altre sostanze chimiche che, usati in modo improprio ed eccessivo, possono nuocere alla salute o risultare addirittura tossiche.

L’Organizzazione mondiale della sanità (Oms) ha dichiarato, attraverso documenti e mass media, che alcune alimenti lavorati sono cancerogeni a causa della presenza di molte sostanze tossiche.

Queste sostanze tossiche sono:

– grassi idrogenati, che si trovano nei prodotti industriali;

– glutammato, che è presente nei dadi alimentari o in altri cibi insaporiti artificialmente;

– conservanti, presenti nei cibi in scatola;

– grandi concentrazioni di zuccheri e dolcificanti, contenuti nelle bevande gassate.

Sono questi che fanno aumentare il rischio di tumori, ictus, infarti, allergie e intolleranze…

Per evitare ciò, bisogna, quindi, prestare maggiore attenzione durante l’acquisto, non facendoci illudere da offerte e promozioni, controllando accuratamente le etichette e informandosi su ogni prodotto che si ha intenzione di acquistare.

Dunque, possiamo affermare che, l’evoluzione della scienza in tale settore, presenta sia aspetti negativi che positivi.

 


Pubblicato il 
Aggiornato il 
Risultato (370 valutazioni)