GESTIONE DEL RISCHIO IN SANITA' - Fondazione Università Magna Graecia

archivio notizie - Fondazione Università Magna Graecia

GESTIONE DEL RISCHIO IN SANITA'

 
GESTIONE DEL RISCHIO IN SANITA'

UN PROGETTO FORMATIVO PER CONOSCERLO, GESTIRLO E CONTROLLARLO

 

Conosco, gestisco, controllo. Con questo motto nasce il progetto “Sviluppo formativo e sperimentazione di un modello per l’autovalutazione, la valutazione esterna e il miglioramento della sicurezza delle strutture sanitarie della Regione Calabria” ,organizzato dall’Università Magna Graecia, Fondazione UMG, Regione Calabria, Federsanità-Anci e Agenas, presentato oggi all’Università Magna Graecia.

Durante la conferenza, moderata da Oldani Mesoraca, Capo Ufficio stampa della Regione Calabria, sono emerse le caratteristiche di questo importantissimo progetto volto a formare nuove figure professionali di vasta e profonda cultura nella gestione del rischio in sanità che possano dare un significativo contributo all’avanzamento della conoscenza in un settore di rilevanza strategica per la qualità delle prestazioni sanitarie erogate in Calabria.

Il progetto nasce da un lavoro che dura da anni su un modello unico da applicare al sistema sanitario. Oggi questo modello c’è ed è stato immaginato da Federsanità ed applicato già a qualche realtà sanitaria. La Regione Calabria è la seconda ad applicare questo modello operativo e sistemico che forma operatori specializzati nella gestione del rischio. La grande particolarità è data dalla partecipazione dell’Università Magna Graecia che metterà a disposizione le competenze e le professionalità del corpo docente. “L’obiettivo del progetto formativo- ha spiegato il prof. Arturo Pujia, presidente della Fondazione UMG- è quello di migliorare l’assistenza al paziente, di ottimizzare le risorse e dunque risparmiare.Il progetto ha come finalità la formazione su diverse aree tematiche: analisi dei rischi, gestione dei processi e governo clinico. Il percorso formativo durerà 24 mesi e coinvolgerà Aziende Ospedaliere ed Asp”.

Per Federsanità sono intervenuti il Direttore Generale Enzo Chilelli ed il Direttore di Federsanità-Regione Marche Stefano Mezzopera che hanno sottolineato l’importanza della fase del progetto, quella della “fotografia del rischio” che consente di cristallizzare la situazione del rischio delle strutture sanitarie secondo il modello Federsanità Anci Agenas sulle rete delle strutture coinvolte.

Per la Regione Calabria è intervenuto Vincenzo Caserta, direttore generale del Dipartimento 10 – A.d.G. Por Fse 2007/2013 Calabria,  che ha sottolineato l’impegno della Regione Calabria e l’importanza del progetto messo in campo. Con questo progetto si mira ad una sempre più coerente applicazione del diritto alla salute assicurato dall’articolo 32 della Costituzione italiana e si continua a mettere al centro del sistema sanità 


Pubblicato il 
Aggiornato il 
Risultato (285 valutazioni)